Corso di laminazione con Botox Ciglia e Sopracciglia

E’ la formazione più evoluta per imparare a modellare, ristrutturare e volumizzare le ciglia delle tue clienti, senza uso di colle e ciglia finte.
Con il corso teorico e pratico di Laminazione con botox ciglia apprenderai una serie di tecniche molto avanzate, non solo con benefici estetici ma anche curativi grazie all’applicazione di Cheratina (Botox), Acido Ialuronico, Pantenolo e Vitamia E. Imparerai subito procedimenti che ti permetteranno di creare intensità, curva, lunghezza e volume, ed un effetto mascara alle ciglia naturali.
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato professionale.

Laminazione con botox_makeupitalia_pragma
Trattamento Laminazione Ciglia con Botox

Il 𝒕𝒓𝒆𝒏𝒅 𝒄𝒊𝒈𝒍𝒊𝒂 di quest’anno infatti vede protagonista la 𝗹𝗮𝗺𝗶𝗻𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗰𝗶𝗴𝗹𝗶𝗮!

La laminazione ciglia risulta il trattamento più richiesto in assoluto poiché i benefici sono tanti e non solo estetici: il procedimento è analogo a quello che viene fatto ai capelli per creare onde e boccoli ma in più le ciglia vengono nutrite e idratate con elementi quali l’Acido ialuronico, Vitamine E, Cheratina, Pantenolo che donano elasticità e brillantezza al pelo rendendolo visibilmente più sano. La Cheratina o anche Botox riveste il ruolo più importante tra i principi poiché ripristinato all’interno del pelo (che sia ciglia, sopracciglia o capelli in generale) ha virtù ricostituenti e protegge dall’azione nociva dei raggi ultravioletti mantenendo alta l’idratazione. Leggi l’articolo del nostro blog su questo meraviglioso trattamento.

Laminazione con botox_makeupitalia_pragma
Trattamento laminazione ciglia con botox

Inoltre verrà mostrata anche la tecnica di Laminazione sopracciglia

La laminazione sopracciglia è una nuova tecnica per la cura e la definizione delle sopracciglia. Questo trattamento ha il compito di infoltire naturalmente le sopracciglia in modo da rendere lo sguardo più intenso. Grazie alla laminazione, le sopracciglia potranno vantare di un notevole miglioramento, risultando subito più folte, più piene ed in ordine.

L’obiettivo della laminazione è quello di offrire un aspetto ed una forma naturale all’arcata sopraccigliare, proponendo un trattamento che vada ad infoltire e stimolare la crescita.

In omaggio un kit completo per circa 20 trattamenti.

DATA: Mercoledì 29 Gennaio 2020 dalle 10:00 alle 15:00;
Ogni allieva dovrà avere cura di reperire una modella per le esercitazioni

COSTO: 300€ con kit incluso per circa 20 trattamenti.

POSTI LIMITATI!

Corso Visagismo e Cosmetologia

corso visagismo

Il corso di Visagismo e Cosmetologia s’incentra sulla oramai consolidata idea che il vero “trucco” si nasconde dietro al make up e quindi sulla importanza della skincare prima del trucco, nella realizzazione di qualsiasi makeup.

Una pelle perfettamente pulita, idratata e libera da impurità, infatti, è il primo passo per rendere il trucco non solo più efficace e durevole, ma anche per rendere il make-up – finalmente – una semplice espressione della personalità e non un modo per nascondere i difetti del viso.

Quante volte professionisti del make up si sono scontrati con problemi tecnici rapportandosi alla realizzazione del make up delle loro clienti?

I problemi sono legati soprattutto alla base: il fondotinta ha una pessima tenuta, la cipria non opacizza la pelle, ma anzi evidenzia le rughe, e il correttore sembra svanire lasciando il posto alle imperfezioni; avere un incarnato levigato, luminoso e senza imperfezioni facilita senza dubbio il compito dei makeup artist oltre a garantisci una fidelizzazione del cliente che gradirà il lavoro  svolto.

Una pelle curata dai trattamenti- cui l’allieve saranno in grado di realizzare- possono diametralmente cambiare la funzione stessa del trucco: questo non servirà più solo a coprire le imperfezioni, ma diverrà vera espressione di creatività.

La docente, competente professionista di tale settore, metterà a nudo le proprie conoscenze svelando tutti i segreti per ottenere la migliore performance:  dai prodotti di skin con relativa Skin Analyzer,con la quale sarai in  grado di avviare alla verifica di dati fondamentali per il risultato attraverso la valutazione di parametri quali indice del Ph, indice sebometrico, INCI, d’idratazione e tanto altro; arrivando al massaggio linfodrenante.

Questo corso mira a soddisfare ambiti lavorativi di domande sempre più redditizie del settore di preparazione Sposa, Cerimonia ed Eventi o semplicemente di cura della pelle.

In omaggio un kit PRODOTTI PROFESSIONALI per la SKINCARE

Il kit è composto da prodotti botanici, una linea cosmetica professionale, che abbiamo selezionato in base allo studio della fitocosmesi con ingredienti di origine vegetale.

DURATA ED INZIO DEL CORSO: 28 ore: 1 incontro a settimana (ogni giovedì) da 4 ore per 2 mesi circa .
Il corso di Visagismo e Cosmetologià partirà il 28 Novembre 2019

RILASCIO DI ATTESTATO PROFESSIONALE DI VISAGISTA

POSTI LIMITATI!

PROGRAMMA DEL CORSO

  • Presentazione del corso;
  • La pelle, com’è strutturata e come funziona;
  • Le diverse tipologie di pelle e come distinguerle;
  • Cosmetico: cos’è e come è regolamentato;
  • INCI: cos’è e come leggerlo;
  • Come scegliere e consigliare un cosmetico;
  • Beauty routine personalizzata;
  • Prova pratica;
  • Chi è la Visagista: descrizione della professione;
  • Norme igieniche e comportamentali;
  • Metodi di sterilizzazione
  • Anatomia e Fisiologia della pelle, cenni di patologia: Invecchiamento cutaneo;
  • Protezione;
  • Idratazione;
  • Estetica Applicata e Laboratorio: Preparazione della cliente;
  • Cabina estetica;
  • Analisi della pelle;
  • Demo ed elaborazione schede;
  • Detersione: Pulizia del viso con vaporizzazione;
  • Applicazione di  maschere;
  • Massaggio Linfodrenante: circolazione superficiale;
  • Verifica delle competenze acquisite: Test;

Struccaggio: come farlo correttamente

Struccarsi la sera è molto importante per far respirare i pori della pelle durante la notte, vediamo come farlo correttamente.

Perché è importante struccarsi e come farlo correttamente?

Quante volte capita di tornare tardi a casa la sera e di non avere voglia di struccarsi? In realtà struccarsi è davvero importante per la pelle, soprattutto se abbiamo utilizzato durante la giornata molti prodotti make- up.

Ma perché è così importante? La pelle di notte ha bisogno di respirare per potersi rigenerare ed agevolare il naturale turn-over cellulare. Andare a letto senza essersi struccate è, quindi, davvero una pessima abitudine. Se non rimuovete il trucco prima di andare a dormire, infatti, a lungo andare potreste ritrovarvi con il volto ingrigito, spento e con qualche imperfezione in più e possiamo risparmiarci molti indesiderati inconvenienti… vi dicono niente brufoli, pori come crateri, occhi gonfi, rughette!?

struccaggio-makeupitalia

So che a molte di voi (me compresa ogni tanto!) sembra uno step noioso ma rappresenta un’abitudine fondamentale per la bellezza e la salute della nostra pelle: solo liberandola dal makeup le permettiamo di respirare  Ecco perché è così fondamentale sin da subito imparare a prendersi cura della pelle, a partire dalla rimozione del trucco.

Ora, come ci si strucca correttamente? 

Innanzitutto scegliendo i prodotti giusti. Munisciti quindi del cosmetico più adatto a te e di un dischetto in cotone e fai il tuo dovere: struccarsi è la parte della beauty routine che racconta quanto bene vuoi a te stessa. Tentare di struccare il viso con il sapone liquido o con la semplice saponetta, infatti, non basta. Servono dei prodotti specifici a base acquosa o oleosa che riescano a rimuovere bene ogni traccia di make-up. Di prodotti struccanti ne esistono tantissimi, l’importante è scegliere quello giusto per noi. Solitamente il latte detergente va bene per le pelli secche, mentre l’acqua micellare per le pelli miste, grasse o delicate.

struccanti e detergenti-makeupitalia
Struccanti e detergenti viso

Per sfruttare al massimo i benefici che derivano da una pelle bella pulita occorre innanzitutto calibrare la routine sulle esigenze della nostra epidermide e sulla quantità di trucco che usiamo, non sottovalutare o liquidare in quattro e quattr’otto questa fase.

Difatti 2 per me sono i punti fondamentali da tenere a mente quando ci si approccia allo struccaggio:

Innanzittutto:

1) ESAURIRE LA FASE CON UN SOLO PASSAGGIO non è ammesso!

Si mie care, struccarsi bene e il metodo “toccata e fuga” non vanno molto d’accordo! Per me è inconcepibile, a maggior ragione se si usa molto trucco, passare solo un bifasico, oppure solo un olio struccante seppure efficacissimiBisogna integrare per realizzare una pulizia completa.

Ad esempio, se usate un bifasico poi una sciacquatina al viso, eventualmente con un detergente, la dovete comunque dare! Lo stesso se usate un olio struccante, quelli specifici per struccarsi: dovete poi sciacquarvi, ripulire il tutto, passare un panno struccante, eventualmente un dischetto con l’acqua micellare oppure un detergente.

struccanti

Il latte detergente è più grasso rispetto all’acqua micellare, quindi va bene per i visi secchi o normali.

Dopo aver utilizzato il latte detergente risciacquate il viso utilizzando un po’ di sapone e poi passate al tonico. Il tonico è una lozione leggermente acida importantissima per rimuovere tutte le tracce di trucco e chiudere i pori. Sceglietene uno che vi piaccia e tamponatelo con un dischetto di cotone sul viso. In ultimo, spalmate la crema idratante da notte per completare la skincare.

Se, invece, avete la pelle più sensibile, acneica o grassa scegliete uno stuccante più leggero come l’acqua micellare, che non ha nemmeno bisogno di essere risciacquata. Evitate i tonici eccessivamente acidi e preferite creme notte più leggere a base di acqua ed aloe vera.

Altro secondo punto fondamentale:

2) NON USARE SUGLI OCCHI UNO STRUCCANTE VISO!

Un errore da evitare assolutamente consiste nel provare a rimuovere il trucco occhi con prodotti formulati appositamente per il viso! La zona degli occhi è infatti troppo sensibile per essere trattata con prodotti pensati per zone diverse perchè di regola sono troppo aggressivi e irritanti…per questo ci vogliono quelli oftalmologicamente testati!

Inoltre, quando si usano trucchi waterproof sugli occhi, i prodotti formulati per il viso non solo rischiano di essere aggressivi ma anche assolutamente inefficaci: un latte detergente va benissimo per togliere il fondotinta, ma con il mascara waterproof come se la cava?!

struccanti occhi-makeupitalia

Anch’io, illo tempore, lo facevo:  il trucco occhi non veniva mai via, dovevo sfregare ripetutamente con il dischetto, mi si irritava tantissimo la zona oculare e per di più ci rimettevo ogni sera qualche preziosa ciglietta ! Singh! L’ideale è tenere gli occhi ben chiusi e procedere delicatamente, massaggiando con movimenti circolari!

Meglio dunque scegliere un prodotto appositamente formulato per rimuovere il trucco occhi, oppure un prodotto unico adatto per struccare tutto facile da lavorare e capace di sciogliere il makeup senza bisogno di stressare troppo i nostri occhietti, tipo struccanti bifasici.

Gli struccanti bifasici, a base di acqua ed olio, sono l’ideale per rimuovere dagli occhi qualsiasi traccia di trucco in maniera delicata e anche per rimuovere i prodotti waterproof. Questo tipo di struccanti sono facilissimi da reperire e sono adatti anche alle pelli più sensibili. È composto da una fase acquosa e da una oleosa che si attivano a vicenda agitando il flacone: la parte acquosa preserva l’idratazione della pelle e la miscela di oli rimuovendo il trucco. Il risultato? Una pelle non solo pulita in profondità, ma anche morbida e setosa. È pratico, delicato per gli occhi ed emoliente. Sciacquate in ultimo gli occhi ed applicate una crema nutriente sul contorno.

struccante occhi bifasico-makeupitalia

Piccolo consiglio, affinchè gli olii siano efficaci occorre massaggiare per almeno 30/40 secondi, perchè se il tempo è inferiore non riescono a sciogliere tutto il prodotto makeup.

Tra i vari prodotti struccanti quello che meno apprezzo sono le salviettine struccanti.

So che molte di voi non saranno d’accordo, ma per me le salviettine struccanti non sono una grande scelta in termini di benefici sulla pelle.

Per carità certo, sono comode, pratiche, veloci... ma tutto ciò ha un prezzo in termini di pulizia della pellePuò capitare a tutti di usarle una volta ogni tanto, in casi estremi (io difatti le uso quando sono in viaggio e voglio evitare di portare almeno 3 prodotti struccanti).

Non è mia intenzione demonizzare l’uso saltuario, a patto che la mattina dopo si dedichi un po’ più di tempo alla detersione del viso visto che non possono offrire una pulizia abbastanza profonda! Ciò che invece consiglio di evitare è che questa scorciatoia diventi un’abitudine perchè è la nostra pelle a subire le conseguenze di un uso smodato delle salviette, a risentire degli ingredienti aggressivi, tra cui i tensioattivi che sciolgono il trucco e lo sporco! L’aggressività degli ingredienti nonchè l’aggressività dello sfregamento continuo durante il loro utilizzo, possono rendere la pelle ipersensibile e arrossarla: a me personalmente qualunque tipo di salviettina crea irritazione…normali o bio che siano il risultato è lo stesso!

Prodotti OK che consiglio per struccarti velocemente:

Ecco alcuni prodotti perfetti per rimuovere il trucco velocemente e senza lasciare residui, soprattutto sul cuscino di mascara e fondotinta, per una pelle pulita e quindi più luminosa e sana, senza impurità. Se amate ad esempio le formule a risciacquo delicate, Garnier propone la sua acqua micellare best seller,in versione gel, sia per pelli delicate che impure che pulisce sia il viso che gli occhi-labbra.

Garnier Milky Mizellen- Makeupitalia
Garnier Milky Mizellenwasser

Io l’ho acquistata in Germania perché sono stata attratta dalla consistenza in gel che mi lascia la pelle idratata e morbida al tatto, senza seccarla. Il profumo delicato e quasi impercettibile rende questo momento ancora più piacevole. Approved!

Se volete saperne di più sull’argomento o chiedere/dare opinioni sul vostro struccante preferito, ti invito ad iscriverti al nostro gruppo Facebook MakeUp Italia Addict e lasciarci un commento!

Siamo arrivate alla fine ragazze!
Allora, ditemi: come vi struccate? Avete imparato ad apprezzare questo momento della routine quotidiana o non ce la fate proprio a non considerarlo una noia mortale? Commettete qualche errore?

Emanuela Mignone

Shooting fotografico di fine corso di Make Up Artist 2018-19

Lunedì 11 Marzo 2019 è stata una giornata importante per le allieve del corso di Make Up Artist: hanno concluso un percorso formativo iniziato mesi prima.

Corso Make UP Artist - Pragma Makeup Italia
Consegna attestati con il docente Emilio Leggieri

Quando un’esperienza come questa finisce, inevitabilmente si arriva al raggiungimento di un traguardo non indifferente; un percorso non solo formativo e professionale ma un percorso di vita e in quanto tale va celebrato un esame degno di nota, l’ormai consueto Shooting fotografico Beauty diretto dal fotografo Mattia Selva

https://www.instagram.com/p/BkQFDovHCiL/?utm_source=ig_web_copy_link
Mattia Selva

Abbiamo introdotto, sotto l’attenta guida di Emilio Leggieri, le nostre allieve nel meraviglioso mondo dell’arte del make up, un mondo colorato e stimolante ed anche in questa occasione si sono dimostrate all’altezza della sfida.

Per la nostra accademia, lo shooting finale è ormai tradizione, in quanto da subito abbiamo deciso di sottoporre le allieve ad un esame oltre a metterle alla prova sulle nozioni e le tecniche acquisite durante il corso, consentisse loro di prendere dimestichezza con delle nuove dinamiche lavorative.

Il tema dello shooting assegnato dal docente Emilio Leggieri è stato “ICON“, le allieve hanno riprodotto un look make up ispirato ad un’icona del cinema e dello spettacolo, partendo da una ricerca sul personaggio d’ispirazione e la progettazione make up con la Facechart. Anche questa volta non hanno deluso le nostre aspettative dimostrandosi pronte e preparate, realizzando dei make up fotografici utilizzando con i prodotti del kit MAC Cosmetics e curanto il look in ogni dettaglio.

Ecco i make up realizzati dalle nostre allieve:

Tutto lo staff augura alle nostre allieve Erika Angona, Martina D’Angella, Giusy Di Maio, Connie Izzo, Luana Napolitano, Pasqualina Pollice, Rosa Turboli tante soddisfazioni in ambito lavorativo e di non perdere mai la passione che hanno dimostrato di avere durante questo bellissimo percorso

Se anche tu vuoi vivere queste magnifiche esperienze di crescita professionale, contattaci!

The Ordinary: la storia del brand di skincare più puro e lowcost

C’è una ragione per cui la linea australiana di prodotti di bellezza The Ordinary, ha mandato il settore del Beauty in crisi profonda.

La ragione è tanto semplice quanto lampante: è una linea economica, rigorosamente scientifica e, soprattutto, funziona davvero!!

Tutto è iniziato nel 2017 con una bottiglia di Retinolo venduta a soli 8 euro.

The Ordinary- Retinolo

Il prezzo ha sconcertato tutti: come poteva esserci del Retinolo, vero, puro, non diluito e non addizionato in quella bottiglietta, per un prezzo così basso?! Tenete presente che una bottiglia media di Retinolo, prima che The Ordinary sbarcasse sul mercato, costava circa  35 euro, e comunque non meno di 25 sterline.

Ovviamente il prodotto è andato subito esaurito ed il marchio, è subito balzata in cima a tutti gli altri brand di skincare.

A pochi mesi dal lancio, The Ordinary – come riporta Glamour Uk – ha aperto il suo primo negozio a Spitafields, Londra. Oggi esistono 29 negozi a livello mondiale, per un totale di quattro a Londra, oltre a Toronto, al Messico, all’ Australia ed alla Corea del Sud, con nuove linee di prodotti per la skincare ed il makeup che vennero aggiunti a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro.

Un marchio che piace

I fan del marchio amano il fatto che sia giovane e “pulito”, non ci sono pubblicità ingannevoli né gergo di marketing, affermazioni non realistiche o confezioni stupide. I pack sono essenziali anche perchè politica propria del brand è tagliare i costi che farebbero lievitare il prezzo finale del prodotto finito. L’elenco degli ingredienti, poi, non é complicato e non ha bisogno di un traduttore di Google.

I prodotti sembrano usciti da un laboratorio (così come dalla farmacia) ed hanno subito fatto sentire i consumatori e le consumatrici come dei piccoli chimici che li possono usare mescolati tra loro – una goccia di questo, uno schizzo di quello – creando le proprie “pozioni” personalizzate per il proprio tipo di pelle, che é unico.

Il Fondatore

Brandon Truaxe non avrebbe mai pensato di diventare il fondatore di un marchio Beauty così importante.

Brandon Truaxe- the ordinary

Prima di entrare nel settore della bellezza, era un programmatore di computer e stava vivendo il suo momento di popolarità dopo aver lavorato ad un software che si occupava di cura della pelle. Truaxe ha notato la drastica differenza di costo tra le materie prime e i prodotti finiti e la quantità di sovrapprezzo che veniva  aggiunta dalle grandi aziende cosmetiche. Si rese conto che se avesse creato personalmente le sostanze chimiche adatte, in un laboratorio, e le avesse vendute nelle loro forme più pure, avrebbe potuto vendere i suoi prodotti a prezzi estremamente competitivi, eliminando gli  intermediari.

Prodotti

I suoi prodotti sono dedicati all’incarnato perfetto. In particolari tra i best seller ci sono i fondotinta (uno in siero, e uno ad alta coprenza) e alcuni oli viso, come quello all’argan o alla rosa canina.

Per il makeup vennero introdotte 21 tonalità di fondotinta per soli 6 euro e 70 centesimi: il Serum Foundation The Ordinary sono i primi fondi realizzati, avevano un fattore di protezione 15 non chimico (gentile con la pelle) e conferivano alla pelle una luce naturale che era visibile a malapena a occhio nudo.

Subito dopo, é stata immessa sul mercato una nuova linea di fondotinta a copertura completa, molto pigmentata; il Coverage Foundation The Ordinary ad alta coprenza, adattissima ai portatori di acne, perché faceva apparire i brufoli come aerografati.

Serum Foundation e Coverage Foundation- The Ordinary

Anche i fondotinta hanno sbancato il mercato, accumulando una lista d’attesa di oltre 75.000 clienti!

Non mancano nemmeno sieri antiage e prodotti dedicati alla pelle grassa, peeling, primer e molte altre chicche.

Unico prodotto, per il momento acquistato, è la maschera viso esfoliante AHA 30% BHA 2% Peeling Solution.

AHA 30% BHA 2% Peeling Solution.
AHA 30% BHA 2% Peeling Solution.

La consistenza e il colore è per “stomaci forti” : quando la si applica si nota subito che al tatto è melmosa e molto densa, di un color rosso sangue. Applicandola sul viso infatti l’effetto “splatter” da film horror non è da meno! Una volta lasciata in posa per 10 minuti, non oltre, la si rimuove con acqua tiepida facendo attenzione ad evitare il contatto con occhi e labbra. La mia pelle, contro ogni aspettativa, ha reagito bene; ammetto infatti di essere stata un po’ spaventata all’idea di provare per la prima volta un prodotto “aggressivo” e puro temendo bruciori e conseguenze disastrose.

AHA 30% BHA 2% Peeling Solution- Swatch

Dopo la pelle è sicuramente più liscia, ma anche molto secca: il risultato è simile a quello che si ottiene con una normale maschera all’argilla, promossa!

The Ordinary sta quindi dimostrando che truccarsi e prendersi cura in modo scientifico e ottimale della propria pelle non dove per forza costare un patrimonio.

Emanuela Mignone

COACHELLA 2019- TUTTI I LOOK PIU BELLI

Il Coachella Music and Arts Festival (noto semplicemente come Coachella), è un festival musicale che si svolge annualmente nell’arco di due o tre giorni intorno alla fine di Aprile negli Stati Uniti d’America, negli Empire Polo Fields di Indio in California.

Come di consueto, l’Empire Polo Club di Indio, nel deserto californiano, è stato invaso dalla musica, dal pubblico e da personaggi dello showbiz, modelle, jet setter, influencer che ballano e si divertono sotto il sole della California. Musica, moda e divertimento: la formula vincente dell’evento più cool e chiacchierato.

I riflettori sul Coachella Festival si sono ufficialmente spenti, ma i beauty look delle ultime due settimane sono ancora attualissimi, perfetti da copiare per l’estate alle porte.

Coachella è infatti il trampolino di lancio per le tendenze più cool della stagione primaverile ed estiva. A dettare legge i look delle influencer più famose che noi vi mostriamo foto dopo foto, in seguito.

Ariana Grande, fresca della pubblicazione del nuovo album “Thank You Next” (scritta in seguito alla sua rottura pubblica con Peter Davidson), è stata la reginetta della domenica, dopo essere stata ospite l’anno scorso per cantare “No more tears to cry”.

https://www.instagram.com/p/BwkXG9ZFcHU/

Agli artisti della scena alternativa e dance, si affiancano sempre più grandissimi nomi. Se lo scorso anno abbiamo visto salire sul main stage Eminem, Beyoncé e Lady Gaga, quest’anno i tre artisti che hanno calcato il main stage del Coachella 2019 sono Childish Gambino, Tame Impala e come già detto la bellissima Ariana Grande.

E’ noto come un festival per amanti della musica, per chi ancora oggi rimpiange di non esser nato abbastanza presto da assistere alle follie di Woodstock, ma il Coachella negli anni è diventato molto di più, un vero e proprio evento mondano, life style e tendenze in generale.

Il Coachella Valley Music And Arts Festival, dai forti richiami anni ’70, tra look boho-chic è ispirato agli hippie, tra fiori, body e pantaloni a zampa d’elefante, vede la partecipazione di tanti vip tra gli spettatori. Parola d’ordine: distinguersi.

E’ per questo che a calamitare l’attenzione generale non sono tanto i super artisti che si esibiscono sul palcoscenico (e di nomi blasonati ce ne sono e come) quanto le vere guru del XXI secolo: le influencer.

Quello che indossi al festival è quindi importantissimo, per cui lo spettacolo è doppio perché alla lineup strepitosa si aggiunge il famoso Coachella style sfoggiato dalle partecipanti al festival: un mix studiatissimo di elementi boho e tex-chic, frange, crop top e minibag che ogni anno si rinnova e detta le tendenze moda & beauty per l’estate a venire.

Tra i must have dello stile Coachella ci sono le acconciature con le trecce, i fiori tra i capelli e le ciocche colorate, mentre il make up predilige finish brillanti e colori accesi. La pelle, baciata dal sole della California effetto sun kissed, è ambrata e radiosa, la base ideale su cui applicare glitter all over o fare decorazioni con strass sulla linea delle sopracciglia, fronte oppure sugli zigomi.

https://www.instagram.com/p/BwSUQhxnCFp/
https://www.instagram.com/p/BwPv0ylgVxy/

Il trucco occhi è luminoso e brillante, esplora i colori della natura con effetti iridescenti o perlati, e non può mancare un tratto di eyeliner grafico per rendere lo sguardo ancora più magnetico, allungato e profondo.

https://www.instagram.com/p/BwOfJFRA5lS/
https://www.instagram.com/p/BwTzaIUgrTB/
https://www.instagram.com/p/BwRMEsyAti6/

 Le labbra sono per lo più naturali, evidenziate solo da un velo di colore dal finish glossy o effetto wet.

Sul make-up non sempre si può fare affidamento, perché spesso degenera in eccessi carnevaleschi inattuabili sia nella vita di tutti i giorni sia in occasione di qualche serata speciale (per quanto si abbia fama di essere estrose e poco convenzionali) ma con le acconciature è tutta un’altra cosa, specchio abbastanza fedele di tendenze in bozza o già in procinto di esplodere, come fu due anni fa con i double bun alla Sailor Moon sfoggiati da Kendall Jenner e poi copiati un po’ ovunque sulle spiagge di quell’estate. Sono tornati anche quest’anno a Indio, riproposti da Paola Turani e Giulia Salemi.

https://www.instagram.com/p/BwPm7jnFTaL/
https://www.instagram.com/p/BwU-sJiFxW5/

Diversi i look di Valentina Ferragni che ha alternato capelli lisci (con treccina) a beach waves e top knot.

https://www.instagram.com/p/BwNQ3qkFoLa/

Esagerare, in fondo, non è mai la strada giusta. E quest’anno persino a Indio in molte hanno preferito look basici, da Alessandra Ambrosio, semplicissima con capelli sciolti effetto “asciugati al sole”.

https://www.instagram.com/p/BwNW9SCgX9F/

Oppure code alte ed ornate da trecce, elastici o extension colorate, come Giulia De Lellis.

https://www.instagram.com/p/BwUOw3dnjCZ/

Beatrice Valli, nell’ultima giornata del Festival, ha sfoggiato un high bon, dando un tocco estremamente chic applicando poi delle perle lungo la riga centrale del capello, per un effetto finale extra luxe.

https://www.instagram.com/p/BwTWhBEH6nN/

Quale outfit, makeup o hair look delle star avete preferito al Coachella 2019?

Emanuela Mignone

Beauty Blander, restano le migliori sponge in commercio- Review sponge Beauty Blander, Real Techniques e PuroBio

La polemica Beauty Blender: le loro sponge restano le migliore in commercio? Abbiamo messo a confronto le più vendute: Real Techniques, Beauty Blander e PuroBio

Accesissime su Instagram, ultimamente, sono state le polemiche provenienti dalla casa produttrice della famigerata spugnetta make up Beauty Blender che rivendica  a gran voce il proprio primato  rispetto altre spugnette in commercio: complice la realizzazione del prodotto con un materiale “segreto” e che non contiene lattice.

Ribadendo la morbidezza della spugnetta che, al tatto, ha un effetto vellutato come poche.

Pacifico, ma perché ribadire ciò? Pare infatti che il marchio si senta minacciato dai competitors e dalle preferenze sempre più palesate delle più influenti beauty addicts per alcune ragioni:

-il costo, invariato nel tempo, sempre molto alto rispetto ad altri brand, costa infatti all’incirca euro 16,90.

-La qualità che per alcuni è raggiunta se non addirittura superata da altri grandi brand come la Real technique Miracle Complexion o la Sponge di PuroBio.

Io da buona beauty addict qual sono,le ho acquistate tutte.

Ho deciso di metterle a confronto, dandovi pro e contro che ho riscontrato nell’utilizzo, perché ormai la spugnetta è un accessorio fondamentale per la stesura del fondotinta, che ha completamente sostituito il classico pennello; ce ne sono davvero di tutti i tipi, forme e colori, ma le tre di cui voglio parlarvi e soffermarmi oggi sono quelle in assoluto più vendute.

Innanzitutto diciamo che scegliere di utilizzare una spugnetta al posto dei pennelli, rende il makeup migliore. L’effetto sembra aerografato e la pelle ne guadagna in bellezza. Altro punto in favore è che non ci saranno sprechi e si riuscirà a stendere il prodotto in modo omogeneo e uniforme, è quindi meglio di un normale pennello perché, la sponge, non lascia striature sulla pelle.

Il risultato è sempre perfetto, si può applicare fondotinta, cipria, blush e l’effetto è impeccabile e professionale.

La beauty blender la utilizzo già da molti anni, è stata la prima sponge makeup presente in commercio già dal 2003, diventata famosa in tutto il mondo per la sua curiosa forma a uovo e il suo colore, un fucsia intenso. Inventata dalle make-up artists americane ReaAnn Silva e Veronica Lorenz ed è subito diventata leggenda creando un vero e proprio business internazionale intorno ad essa, tanto da farla diventare un marchio registrato. C’è stato un enorme clamore intorno a questo prodotto per una buona ragione: dona un finish professionale ed una carnagione perfetta anche se ad usarla è una “principiante” del makeup.

Beauty Blander- 16,90€

La cosa innovativa, illo tempore, era per il modo in cui assorbiva molto bene l’acqua: infatti quando si bagna raddoppia la sua dimensione, in questo modo il prodotto che andremo ad applicare sopra non verrà assorbito.

Per utilizzare la Beauty Blender correttamente c’è proprio una formula:  “wet, squeeze, bounce & twist”, cioè bagna, strizza e tampona torcendo un po’ la spugna, così che il prodotto si fondi perfettamente alla pelle.

I PRO per questa spugnetta sono:

  • la forma a uovo, che rende l’applicazione infallibile sia per le zone ampie del viso, sia per quelle un po’ più difficili da raggiungere (ad esempio il contorno occhi).
  • la morbidezza della texture è fantastica.
  • è formulata senza lattice, anallergica e priva di odore.
  • nonostante l’uso frequente e i lavaggi PERSONALMENTE non si è deformata o consumata (su questo non tutte si troveranno d’accordo con me perché molte sono state le polemiche sulla durata, di chi, dopo un solo lavaggio si è travata la blender lacerata! Sigh!)

I CONTRO invece sono:

  • il costo elevato di 16,90€
  • essendo parecchio morbida se si usa un fondotinta molto liquido assorbe tanto, “bevendo” più prodotto del dovuto e diventando difficile da pulire.

Passiamo alla Miracle Complexion Sponge di Real Techniques che invece, l’ho acquistata più di recente, circa un paio d’anni fa.


Miracle Complexion Sponge di Real Techniques – 10,71€

La considero una valida alternativa alla Blender non solo per resa e stesura del prodotto ma anche per il prezzo decisamente inferiore rispetto all’altra (una confezione da due sponge costa infatti intorno ai 10,71 euro), ma andiamo per ordine.

Questo brand è molto conosciuto nel mondo del makeup per l’ottima qualità dei pennelli, infatti da parte mia c’erano aspettative molto alte verso questa spugna, ma allo stesso tempo pensavo fosse la “brutta copia” dell’originale. Devo dire che mi ha stupita in positivo!

Ciò che la rende diversa sia dalla Beauty Blender che ad asempio dalla sponge purobio è la sua particolare forma, che ha tre funzioni precise: la parte piatta è ideale per applicare fondotinta e correttori intorno agli occhi e al naso, oppure per stendere facilmente anche il blush in crema, l’illuminante, la cipria e baking; i lati arrotondati ti aiuteranno ad stendere il prodotto sulle ampie zone del viso e, infine, la punta sottile, ti sarà molto utile per coprire con precisione macchie e imperfezioni oltre che la zona intorno dell’occhio.

Beauty Blender vs Real Techniques

I PRO per questa spugnetta sono:

  • E’ un accessorio 3-in-1 grazie alla forma arrotondata, al lato piatto ed alla punta di precisione.
  • in commercio ci sono diverse size dalla classica (più grande) a spugnette mini, ottime per andare a lavorare zone più piccole e precise.
  • Rende il finish aerografato e impeccabile.
  • Non lascia striature né macchie durante l’applicazione.
  • Estrema morbidezza.
  • Assorbe un po’ meno prodotto rispetto la Beauty Blender perché meno porosa.
  • Senza lattice.
  • Prezzo contenuto, il prezzo è solo di 6,90€ l’una su Amazon.
  • Anche se usata molto non si è deformata né consumata troppo.

I CONTRO invece sono:

  • Un po’ più difficile da pulire rispetto alla BeautyBlender.
  • Ha una forma più piccola.
  • Impiega più tempo per asciugarsi.
  • dopo averla usata tanto e dopo tanti lavaggi, la puntina e la parte piatta tendono a rompersi.
  • non è così morbida quanto la Beauty Blender.

Recentissimo acquisto (di un paio di mesi fa) è quello dello Sponge di PuroBioche si presenta con la classica forma ad uovo tipica della Beauty Blender, che permette di lavorare piccole e grandi zone del viso. Nella versione acquistata è realizzata in colore nero, che personalmente apprezzo molto, la trovo elegante e pratica, poiché lavandola ad ogni uso, ritorna perfettamente pulita e senza tracce di nessun genere.

Sponge PuroBio – 7,50€

Ha una densità molto alta rispetto alla Real Techniques per cui la spugnetta appare molto più dura, compatta e poco maneggevole. Bisogna obbligatoriamente bagnarla prima dell’utilizzo cosa che mi lascia un po’ indecisa sulla sua versatilità: non tanto perché non risulta agevole da utilizzare in giro o fuori casa per un ritocco ma quanto al fatto che usandola esclusivamente bagnata il fondotinta, anche se ad alta copreza, avrà inevitabilmente le prestazioni sulla pelle pari ad una BB cream poiché, assorbendo anche molto prodotto, dona un effetto molto naturale che può essere gradito e piacevole nel make up da tutti i giorni ma può risultare fastidioso nella realizzazione di un trucco più “strong” dove la coprenza è fondamentale per rossori o brufoletti.

Non vi nascondo che ho provato ad utilizzarla da asciutta nonostante sia specificato l’uso da bagnata e sicuramente l’effetto è molto più coprente nonostante a contatto con la pelle la grana sia un pò dura e poco confortevole.

Il prezzo è di 7,50 euro.

Preferisco la Miracle Sponge di Real Techniques rispetto al quella di PuroBio poichè ha una densità inferiore ed è molto pratica, morbida e manegevole. Non serve bagnarla infatti i prodotti vanno lavorati con la spugnetta asciutta che funziona benissimo: dona coprenza, uniforma al top il prodotto, non crea secchezze o evidenzia pellicine, copre rossori e ove possibile brufoletti e risulta valida anche nell’applicazione del correttore per le varie forme multi-uso.

Real Techniques vs PuroBio

Allora, ragazzi voi quale preferite? Qual è la vostra opinione a riguardo? Anche voi avete costatato, come si dice, un calo di qualità del marchio Beauty Blender?
Fatemi sapere cose ne pensate lasciando un commento

Emanuela Mignone


Sos allergia stagionale! Come mi trucco ora? Consigli per un make up duraturo

Amica mia, ti capisco! Per le persone che soffrono di allergie, la Primavera diventare un vero tormento!  Questo per te è un periodo “nero” perché soffri di allergie a graminacee e pollini e tutto ciò che ti fa starnutire come una pazza; il naso cola e la congestione nasale ti fa parlare come Ciccio di Nonna Papera, senza parlare dell’aspetto devastato con il naso rosso e gonfio sul viso!

Aiuto l’allergia!

Truccarsi con l’allergia, quindi, risulta essere un atto di grande coraggio: gli occhi che lacrimano, il naso arrossato e il viso un po’ gonfio sono i principali motivi che portano noi donne con l’arrivo della Primavera e quindi delle allergie, ad appendere al chiodo pennelli e matite.

Antistaminici a parte, volevo darti alcune dritte per “ristrutturarti” e affrontare l’ufficio, l’happy hour e la cena con le amiche in forma se non proprio smagliante, ma almeno dignitosa. Fortunatamente per noi, l’arte del trucco non consiste solo nelle esaltare i pregi, ma anche nel camuffare difetti.

Il primo consiglio che mi sento di darti è certamente quello di non creare mascheroni, bisognerebbe optare per un make up fresco e leggero a partire dallo sguardo.

Gli occhi, si sa, sono le prime vittime dell’allergia: rossi, lacrimanti e ipersensibili possono diventare davvero difficili da truccare. Innanzitutto ti suggerisco di preparare la zona del contorno occhi prima di truccarla, perché quasi sicuramente l’area perioculare sarà irritata e gonfia ed è quindi necessario utilizzare prodotti poco aggressivi e specifici per gli occhi sensibili magari senza profumazione e a base di caffeina. I prodotti a base di caffeina sono indicati per contrastare borse e occhiaie e favorire l’azione drenante dei liquidi depositati, ottimo per noi povere allergiche!

Quindi oltre ad idratare bene la zona, non dimenticare di sfumare attorno agli occhi una base pre-trucco, questa ti aiuterà a fissare l’ombretto e matita che resisteranno a sfregamenti e lacrime involontarie. 

Fondamentale per le allergiche è l’idratazion

Evita il mascara, ma se proprio non ti ci vedi, scegline uno waterproof e passalo solo sulla base delle ciglia superiori senza eccedere. No assoluto a kajal e matite cremose che messe nella rima interna dell’occhio crea inevitabilmente l’effetto panda!

Waterproof  e a lunga tenuta è da orientare, in egual modo, la scelta per il correttore: le occhiaie sono uno dei sintomi dell’allergia e degli inestetismi più comuni  in questo periodo.

Personalmente consiglio di non applicare ombretti, ma se proprio non riesci a rinunciarci scegli un ombretto in crema dai toni più soft così potrai ritoccarlo con i polpastrelli durante il giorno.

I prodotti in crema sono più indicati per noi in questo periodo poiché, come ho già detto, sono più facili da ritoccare e minore è il rischio di fall out o di macchie sulla pelle già screpolata: prediligi quindi oltre a ombretti in crema anche blush che lo siano: a seconda del colore potrai utilizzarli in svariati modi sia ovviamente sulle gote che sulle labbra.

utilizza ombretti in crema da poter ritoccare con i polpastrelli

Per sgonfiare gli occhi senza irritarli, applica sulle palpebre due bustine di tè verde immerse in acqua calda e poi messi in frigo a riposare la sera prima. Tienile in posa almeno 5 minuti ad occhi chiusi.

Se avete la pelle molto secca e molto disidratata, cosa molto comune in questo periodo, qualsiasi cosa andrete a mettere sopra non potrà che peggiorare la situazione: è raro che il fondotinta faccia sembrare la pelle più idratata. Questo non vuol dire che non possiate usare fondotinta, ma dovete prediligere formule leggere.

Mentre per il viso gonfio risolvi la situazione facendo come le star di star hollywoodiane dopo una seratona… Infatti, quando si svegliavano gonfie riempiono il lavandino di acqua fredda con dentro qualche cubetto di ghiaccio, poi si immergonoin apnea per qualche secondo, ripetendo più volte l’immersione: aiuta a ridisegnare immediatamente i contorni del viso e sgonfiarlo.

Per combattere il gonfiore al viso, immergere il viso in acqua fredda con qualch cubetto di ghiaccio

Non dimentichiamoci delle labbra che in questo periodo sono particolarmente secche e screpolate, evita rossetti mat, idratale bene con un balsamo labbra e a giorni alterni utilizza uno scrub apposito; si creerà una barriera di idratazione e protezione. Grazie a scrub e balsami colorati si può ottenere un look curato nonostante le labbra sciupate! Il tocco finale è applicare un fissatore trucco spray per evitare di rovinare il make-up tutte le volte che ti toccherai il viso involontariamente, per grattare gli occhi e soffiare il naso.

Ricordati però un’ultima cosa, che mai come in caso di allergie stagionali la prevenzione è fondamentale. Cercate di mantenere pennelli e Beauty Blender perfettamente pulite per evitare che degli allergeni vi si depositino peggiorando la situazione. 

Prevenire è meglio che curare: tenete sempre la borsa e i pennelli in perfetto stato!

Emanuela Mignone

Extension Sopracciglia, il nuovo trend 2019

Il nuovissimo trend 2019 provene dalla Corea: EXTENSION SOPRACCIGLIA!

È oramai conclamato il trend delle sopracciglia folte e piene e quindi prepotentemente si fa spazio la cosiddetta “brows mania” che spopola e detta legge: liberandoci tutte dalla dittatura della pinzetta e dal vecchio retaggio della sua pratica selvaggia e cruenta del ventennio scorso che ci ha lasciato, ahimè, archi asimmetrici e buchi grossi quanto crateri lunari dove non basterà semplicemente lasciarle ricrescere per cancellare ogni traccia dei quei misfatti! Chi ha ceduto, in passato, allo spinzettamento selvaggio ora si trova a utilizzare giornalmente prodotti come gel o mascara per sopracciglia, matite, ombretti o pomate per cercare di ridisegnare in maniera uniforme l’arcata sfoltita.

Tuttavia la frontiera dell’infoltimento si è ulteriormente ampliata ed è sfociata nell’extension.

Oltre ai prodotti classici che siamo abituate ad utilizzare è oggigiorno possibile ricorrere a questo nuovo trattamento di extension sopracciglia sdoganato dalla patria dei trend riguardanti il make-up e la skin care, ossia la Corea!  Nel famosissimo magazine Vogue Corea, in particolare in un post sull’account Instagram, appare un video che mostra la realizzazione di un sopracciglio perfetto “dal nulla”,utilizzando solo un kit per le extension e quindi con l’applicazione di fibre che somigliano in tutto e per tutto a dei veri e propri “peletti”.

Sì, ragazze, capito bene: è sbarcato anche in Italia questo trattamento innovativo di extension alle sopracciglia con cui è possibile ridefinire l’arcata sopraccigliare rendendola folta e definita con un effetto 3D del tutto reale. Con ci resta che dire che la tridimensionalità è assicurata!

extension sopracciglia
extension sopracciglia

Permette infatti di creare volumi ma soprattutto di riempire gli errori di epilazione applicando pelo a pelo le sopracciglia, in maniera uniforme, sull’intera area interessata.

Adatta anche a chi sia fermamente intenzionata a seguire la moda del “tapered brows”, un mix tra le “Cara-brow” e quelle ad ala di gabbiano: cioè arcate folte ma affusolate e definite che danno un aspetto giovanile ma più ordinato. Quindi per chi mancasse del “fattore Cara Delevingne” nel patrimonio genetico ma adorasse il suo sguardo, può provare le extensions.

https://www.instagram.com/p/Bu8AhQTneKz/
Cara Delevnigne- Vogue Korea

L’extension vengono applicate da professioniste e vengono poi accorciate a seconda del disegno che si desidera ottenere. Con questa tecnica innovativa è possibile creare lo stile e la forma che ogni persona ha sempre desiderato, applicando i “peletti” sulle sopracciglia esistenti ma troppo fini, o direttamente sulla pelle nel caso di assenza totale di pelo naturale.

Nella nostra Beauty Academy martedì 19 marzo si è tenuto il primo corso da operatrice brows designer.

Lavoro di Extension sopracciglia eseguite durante il corso del 19 Marzo 2019
Lavoro di Extension sopracciglia eseguite durante il corso del 19 Marzo 2019

La durata del trattamento è di circa 25 giorni, variabili a seconda ovviamente della manutenzione successiva. Evitando di struccarsi strofinando la zona o utilizzando bifasici a base oliosa.

A noi il risultato è piaciuto molto! Voi cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commento!

Richiedi info sul prossimo corso di Extension Sopracciglia

Emanuela Mignone

Come rimuovere le ciglia individuali a casa e nel modo giusto

La rimozione delle ciglia individuali può essere pericolosa. Chiunque abbia provato conoscerà il dolore di tirare accidentalmente le proprie ciglia vere, ahi! La fascia intera di ciglia si stacca in un colpo solo, ma quando si tratta di ciglia individuali il discorso cambia e il timore cresce perché proprio non vogliamo trovarci nella terribile situazione di creare dei buchetti antiestetici nella nostra vera rima cigliare o ritrovarci a fare i conti con dei fastidiosi residui di colla. Fondamentale per evitare ciò però è anche considerare il tipo di colla utilizzata e il quantitativo prelevato.

ciuffetti ciglia individuali
ciuffetti ciglia individuali

Oramai le ciglia finte sono più in voga che mai, non si vede su instagram make-up che non sia completato dalle ciglia finte: spesso a fascia intera per un effetto il più delle volte super drama e spesso invece individuali che daranno più naturalezza al vostro look ma rendendo ugualmente lo sguardo più intenso.

ciuffetti ciglia

Qui di seguito riporto i 3 step per rimuovere, in diversi modi e in tutta sicurezza, i ciuffetti individuali:

1) Rimuovi il trucco. Rimuovi l’intero make-up concentrandoti in particolare sull’ombretto e quindi sulla palpebra ed elimina accuratamente anche l’eyeliner in modo tale da rendere più visibile e facile vedere dove finiscono le ciglia vere e iniziano quelle finte.

2)Compra un prodotto per la rimozione della colla specifica per le ciglia. Nella maggior parte dei negozi che vendono ciglia finte è possibile richiedere questo specifico solvente. Il liquido potrebbe avere lo stesso odore dell’acetone per smalto, ma state tranquille, è un solvente non aggressivo! Versa quindi qualche goccia di solvente per colla di ciglia finte su un cotton fioc in modo da essere più precisa. Muovi il cotton fioc imbevuto lungo tutta la linea delle ciglia.

3)Oltre a optare per il solvente per ciglia potrete anche scegliere altre varianti ugualmente valide per rimuovere le ciglia finte. Tra questa quella che preferisco è bagnare un discetto di cotone con lo struccante. Immergete un batuffolo di cotone con l’arma scelta (quindi acqua micellare, struccante bifasico oppure olio detergente) e lascia riposare sugli occhi per almeno 20 secondi in modo tale da ammorbidire la colla e permettere di individuare i ciuffetti in modo isolato prelevandoli in modo sicuro. Quindi staccate i ciuffetti singolarmente con un movimento obliquo dal basso verso l’alto. Se vi sembra che facciano fatica a venir via e avete ancora difficoltà , immergete un altro batuffolo di cotone e lasciarlo agire per più tempo prima di riprovare con la stessa operazione. Le ciglia finte vanno prese all’estremità con la punta delle dita o con la pinzetta facendo attenzione a non pizzicare per sbaglio quelle vere. Et voilà! Sei senza ciglia finte!

acqua micellare

Non dimenticare mai di pulire le ciglia dopo ogni uso: dureranno molto più a lungo e potrete riutilizzarle anche in altre occasioni ma fondamentale è conservarle bene!

Quindi per prima cosa, cercando di non rovinare le ciglia, pulite l’attaccatura con una pinzetta per rimuovere lo strato di colla e imbevetele in un batuffolo di acqua micellare. Il gioco è fatto!

Spero di esservi stata utile con queste 3 piccole-grandi indicazioni.

Fatemi sapere come vi siete trovate meglio!

Emanuela Mignone