Beauty Blander, restano le migliori sponge in commercio- Review sponge Beauty Blander, Real Techniques e PuroBio

La polemica Beauty Blender: le loro sponge restano le migliore in commercio? Abbiamo messo a confronto le più vendute: Real Techniques, Beauty Blander e PuroBio

Accesissime su Instagram, ultimamente, sono state le polemiche provenienti dalla casa produttrice della famigerata spugnetta make up Beauty Blender che rivendica  a gran voce il proprio primato  rispetto altre spugnette in commercio: complice la realizzazione del prodotto con un materiale “segreto” e che non contiene lattice.

Ribadendo la morbidezza della spugnetta che, al tatto, ha un effetto vellutato come poche.

Pacifico, ma perché ribadire ciò? Pare infatti che il marchio si senta minacciato dai competitors e dalle preferenze sempre più palesate delle più influenti beauty addicts per alcune ragioni:

-il costo, invariato nel tempo, sempre molto alto rispetto ad altri brand, costa infatti all’incirca euro 16,90.

-La qualità che per alcuni è raggiunta se non addirittura superata da altri grandi brand come la Real technique Miracle Complexion o la Sponge di PuroBio.

Io da buona beauty addict qual sono,le ho acquistate tutte.

Ho deciso di metterle a confronto, dandovi pro e contro che ho riscontrato nell’utilizzo, perché ormai la spugnetta è un accessorio fondamentale per la stesura del fondotinta, che ha completamente sostituito il classico pennello; ce ne sono davvero di tutti i tipi, forme e colori, ma le tre di cui voglio parlarvi e soffermarmi oggi sono quelle in assoluto più vendute.

Innanzitutto diciamo che scegliere di utilizzare una spugnetta al posto dei pennelli, rende il makeup migliore. L’effetto sembra aerografato e la pelle ne guadagna in bellezza. Altro punto in favore è che non ci saranno sprechi e si riuscirà a stendere il prodotto in modo omogeneo e uniforme, è quindi meglio di un normale pennello perché, la sponge, non lascia striature sulla pelle.

Il risultato è sempre perfetto, si può applicare fondotinta, cipria, blush e l’effetto è impeccabile e professionale.

La beauty blender la utilizzo già da molti anni, è stata la prima sponge makeup presente in commercio già dal 2003, diventata famosa in tutto il mondo per la sua curiosa forma a uovo e il suo colore, un fucsia intenso. Inventata dalle make-up artists americane ReaAnn Silva e Veronica Lorenz ed è subito diventata leggenda creando un vero e proprio business internazionale intorno ad essa, tanto da farla diventare un marchio registrato. C’è stato un enorme clamore intorno a questo prodotto per una buona ragione: dona un finish professionale ed una carnagione perfetta anche se ad usarla è una “principiante” del makeup.

Beauty Blander- 16,90€

La cosa innovativa, illo tempore, era per il modo in cui assorbiva molto bene l’acqua: infatti quando si bagna raddoppia la sua dimensione, in questo modo il prodotto che andremo ad applicare sopra non verrà assorbito.

Per utilizzare la Beauty Blender correttamente c’è proprio una formula:  “wet, squeeze, bounce & twist”, cioè bagna, strizza e tampona torcendo un po’ la spugna, così che il prodotto si fondi perfettamente alla pelle.

I PRO per questa spugnetta sono:

  • la forma a uovo, che rende l’applicazione infallibile sia per le zone ampie del viso, sia per quelle un po’ più difficili da raggiungere (ad esempio il contorno occhi).
  • la morbidezza della texture è fantastica.
  • è formulata senza lattice, anallergica e priva di odore.
  • nonostante l’uso frequente e i lavaggi PERSONALMENTE non si è deformata o consumata (su questo non tutte si troveranno d’accordo con me perché molte sono state le polemiche sulla durata, di chi, dopo un solo lavaggio si è travata la blender lacerata! Sigh!)

I CONTRO invece sono:

  • il costo elevato di 16,90€
  • essendo parecchio morbida se si usa un fondotinta molto liquido assorbe tanto, “bevendo” più prodotto del dovuto e diventando difficile da pulire.

Passiamo alla Miracle Complexion Sponge di Real Techniques che invece, l’ho acquistata più di recente, circa un paio d’anni fa.


Miracle Complexion Sponge di Real Techniques – 10,71€

La considero una valida alternativa alla Blender non solo per resa e stesura del prodotto ma anche per il prezzo decisamente inferiore rispetto all’altra (una confezione da due sponge costa infatti intorno ai 10,71 euro), ma andiamo per ordine.

Questo brand è molto conosciuto nel mondo del makeup per l’ottima qualità dei pennelli, infatti da parte mia c’erano aspettative molto alte verso questa spugna, ma allo stesso tempo pensavo fosse la “brutta copia” dell’originale. Devo dire che mi ha stupita in positivo!

Ciò che la rende diversa sia dalla Beauty Blender che ad asempio dalla sponge purobio è la sua particolare forma, che ha tre funzioni precise: la parte piatta è ideale per applicare fondotinta e correttori intorno agli occhi e al naso, oppure per stendere facilmente anche il blush in crema, l’illuminante, la cipria e baking; i lati arrotondati ti aiuteranno ad stendere il prodotto sulle ampie zone del viso e, infine, la punta sottile, ti sarà molto utile per coprire con precisione macchie e imperfezioni oltre che la zona intorno dell’occhio.

Beauty Blender vs Real Techniques

I PRO per questa spugnetta sono:

  • E’ un accessorio 3-in-1 grazie alla forma arrotondata, al lato piatto ed alla punta di precisione.
  • in commercio ci sono diverse size dalla classica (più grande) a spugnette mini, ottime per andare a lavorare zone più piccole e precise.
  • Rende il finish aerografato e impeccabile.
  • Non lascia striature né macchie durante l’applicazione.
  • Estrema morbidezza.
  • Assorbe un po’ meno prodotto rispetto la Beauty Blender perché meno porosa.
  • Senza lattice.
  • Prezzo contenuto, il prezzo è solo di 6,90€ l’una su Amazon.
  • Anche se usata molto non si è deformata né consumata troppo.

I CONTRO invece sono:

  • Un po’ più difficile da pulire rispetto alla BeautyBlender.
  • Ha una forma più piccola.
  • Impiega più tempo per asciugarsi.
  • dopo averla usata tanto e dopo tanti lavaggi, la puntina e la parte piatta tendono a rompersi.
  • non è così morbida quanto la Beauty Blender.

Recentissimo acquisto (di un paio di mesi fa) è quello dello Sponge di PuroBioche si presenta con la classica forma ad uovo tipica della Beauty Blender, che permette di lavorare piccole e grandi zone del viso. Nella versione acquistata è realizzata in colore nero, che personalmente apprezzo molto, la trovo elegante e pratica, poiché lavandola ad ogni uso, ritorna perfettamente pulita e senza tracce di nessun genere.

Sponge PuroBio – 7,50€

Ha una densità molto alta rispetto alla Real Techniques per cui la spugnetta appare molto più dura, compatta e poco maneggevole. Bisogna obbligatoriamente bagnarla prima dell’utilizzo cosa che mi lascia un po’ indecisa sulla sua versatilità: non tanto perché non risulta agevole da utilizzare in giro o fuori casa per un ritocco ma quanto al fatto che usandola esclusivamente bagnata il fondotinta, anche se ad alta copreza, avrà inevitabilmente le prestazioni sulla pelle pari ad una BB cream poiché, assorbendo anche molto prodotto, dona un effetto molto naturale che può essere gradito e piacevole nel make up da tutti i giorni ma può risultare fastidioso nella realizzazione di un trucco più “strong” dove la coprenza è fondamentale per rossori o brufoletti.

Non vi nascondo che ho provato ad utilizzarla da asciutta nonostante sia specificato l’uso da bagnata e sicuramente l’effetto è molto più coprente nonostante a contatto con la pelle la grana sia un pò dura e poco confortevole.

Il prezzo è di 7,50 euro.

Preferisco la Miracle Sponge di Real Techniques rispetto al quella di PuroBio poichè ha una densità inferiore ed è molto pratica, morbida e manegevole. Non serve bagnarla infatti i prodotti vanno lavorati con la spugnetta asciutta che funziona benissimo: dona coprenza, uniforma al top il prodotto, non crea secchezze o evidenzia pellicine, copre rossori e ove possibile brufoletti e risulta valida anche nell’applicazione del correttore per le varie forme multi-uso.

Real Techniques vs PuroBio

Allora, ragazzi voi quale preferite? Qual è la vostra opinione a riguardo? Anche voi avete costatato, come si dice, un calo di qualità del marchio Beauty Blender?
Fatemi sapere cose ne pensate lasciando un commento

Emanuela Mignone


Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp