Pelle disidratata: i rimedi efficaci e maschere fai da te per nutrirla al meglio

I rimedi naturali possono essere molto utili in caso di pelle secca. Alla base di questo fastidio spesso il freddo e il vento, veri e propri flagelli per coloro che hanno una cute particolarmente sensibile, come anche la scarsa idratazione e l’utilizzo di saponi aggressivi. Un problema che si rivela non soltanto antiestetico, ma spesso anche doloroso.

pelle secca e disidratata
pelle secca e disidratata

Sapevi che durante il giorno la nostra pelle perde circa 500 millilitri di acqua?

Questo naturale processo fisiologico, unito all’aumento di acqua dispersa a causa di agenti esterni, può rendere la pelle secca, disidratata, soggetta ad arrossamenti e più sensibile. Avere la pelle disidratata è un disturbo molto comune che si verifica quando il contenuto di acqua e sebo presente nello strato superficiale dell’epidermide si riduce fino a toccare livelli inferiori ai normali parametri fisiologici. La carenza idro-lipidica si riflette sulla salute della pelle che perde di luminosità, diventando grigia, sottile e ruvida al tatto fino ad apparire, in alcuni casi, desquamata. Non sono poche le persone che evidenziano rughe d’espressione e zampe di gallina proprio a causa di una condizione grave di disidratazione e pelle denutrita.

Oltre ad avere conseguenze sul piano estetico, la pelle secca, disidratandosi, non è più in grado di svolgere la funzione di barriera contro batteri, virus e altre sostanze dannose che riescono a penetrare nell’organismo.

Ecco qui elencati i capisaldi più efficaci contro la disidratazione della pelle sono:

1. Introduci la giusta quantità di liquidi

Bere acqua, ma anche inserire nella propria dieta alimenti che ne contengono, è sicuramente il primo consiglio da seguire, soprattutto in estate o quando si pratica sport dato che la sudorazione fa perdere all’organismo grandi quantità di liquidi e sali minerali.

rimedi pelle secca- bere acqua
rimedi pelle secca- bere acqua

2. Scegli la giusta crema per il tuo viso ed evita saponi aggressivi

L’acqua è responsabile della morbidezza della pelle, del suo aspetto pieno e della sua elasticità. Se la cute non è adeguatamente idratata, la sua tonicità diminuisce, portando più facilmente alla comparsa di rughe sottili e marcate.
L’alleato giusto per contrastare la perdita di idratazione e garantire la giusta nutrizione alla pelle è la scelta di una crema idratante ricca di nutrienti e adatta a pelli secche. Siccome il problema è la pelle secca, nella maggior parte delle persone è radicata la convinzione che sia opportuno l’utilizzo di una crema idratante. In realtà nella cute secca non manca l’acqua ma mancano i grassi pertanto non bisogna utilizzare creme idratanti ma creme emollienti. Queste creme consistono in preparati arricchiti di grassi, i più simili a quelli della pelle, in grado di ripristinare le funzioni della cute. Di tutt’altra composizione sono invece le creme emollienti: A base di grassi vegetali come olio di cocco, olio di palma e burro di karitè che spalmate sulla pelle hanno la capacità di creare una pellicola protettiva sulla nostra cute in grado di imprigionare l’acqua già presente nella pelle. Questa, così, non si inaridisce e non diventa secca ma, al contrario, diventa più morbida.

pelle secca-scegliere le creme giuste
pelle secca-scegliere le creme giuste

Le creme emollienti sono invece tutte quelle che comunemente ed erroneamente vengono definite “idratanti”. Per quanto quest’ultimo termine sia tra i più utilizzati è in realtà un termine tutt’altro che corretto: è sbagliato definire una crema “idratante” perché questo termine induce a pensare che l’idratazione della pelle provenga dall’applicazione della crema stessa, quando in realtà la pelle si idrata da sé. La crema, che deve essere definita “emolliente” e non “idratante”, fa solo in modo che l’acqua già presente nella pelle non si disperda, favorendo l’idratazione della pelle stessa.

Evitare poi assolutamente l’utilizzo di saponi aggressivi: l’azione aggressiva dei saponi che tolgono i grassi alla cute rischia di peggiorare la situazione di una pelle già a rischio per via degli agenti atmosferici come il freddo e il vento.

3. Occhio a sole e agenti atmosferici (freddo,umido e pioggia)

Freddo, umido e pioggia e vento possono indurre grosse irritazioni quando si è già in presenza di cute secca. Inoltre, ciò che è nocivo sono gli sbalzi di temperatura, soprattutto da un ambiente molto caldo.

Che si tratti di sole, agenti atmosferici, come vento e umidità ci troviamo di fronte a esposizioni pericolose per la nostra pelle .
Evita assolutamente l’esposizione al sole senza una adeguata protezione solare che ripari la pelle dai raggi UV: il sole infatti, può creare più danni in termini di invecchiamento del passare del tempo. Una beauty routine che garantisca alla tua pelle la giusta idratazione, protezione e nutrimento, è il primo passo per preservarla dai fattori esterni e dagli agenti atmosferici, tra cui vento, freddo e umidità.

4. Evita di lavarti con acqua troppo calda

Cerca di evitare di lavare il tuo viso con acqua troppo calda. Le alte temperature infatti, tendono a seccare la pelle con facilità. Un getto d’acqua fredda – anche in inverno, sì! – è un vero toccasana per la pelle del tuo viso, soprattutto se ha la tendenza a seccarsi e si disidrata piuttosto facilmente. Uniscici poi un delicato auto-massaggio al viso nel momento della stesura della crema, ti aiuterà a stimolare la pelle, riattivando la microcircolazioni del viso.

Quindi oltre ai già citati vento, freddo, scarsa idratazione e saponi aggressivi, altre possono essere le cause che portano a un’eccessiva secchezza della pelle. Sul bancone degli imputati finiscono così cosmetici e altri prodotti di bellezza, alcuni dei quali non in grado di garantire un adeguato rispetto per la cute.

rimedi naturali possono aiutare ad avere una pelle più idratata e in forma. Utili soprattutto per quanto riguarda la prevenzione e se impiegati con regolarità e costanza, le soluzioni secondo natura consentiranno inoltre di curare la propria salute in maniera assolutamente cruelty free.

Maschere naturali fai da te

Tra i rimedi naturali per eccellenza, in caso di pelle secca, si trova senza dubbio l’olio d’oliva. Usato per massaggiare la cute, l’extra vergine ne favorirà il ritorno a una naturale morbidezza e idratazione. Una soluzione già apprezzata per la cura delle scottature e piccole ustioni. Donerà nuova salute alla pelle anche il miele, utilissimo anche in caso di mal di gola, tosse e raffreddore, specialmente se combinato con l’azione emolliente dell’olio d’oliva. Applicarlo come una maschera o una lozione, lasciarlo agire per 20-30 minuti e risciacquare. Dopo per sfruttarne a pieno i risultati è consigliato spalmare sulla pelle dell’olio di cocco, aiuterà a conservare l’idratazione.

pelle secca- maschere al miele
pelle secca- maschere al miele

Tornando alla “categoria oli” troviamo quello di mandorle dolci. Di odore più delicato rispetto a quello di cocco, anche questo rimedio può essere utilizzato senza problemi sulla pelle del viso come su quella del resto del corpo. Se a ogni modo il suo aroma risultasse poco gradito è possibile coprirlo facilmente con l’aggiunta di pochissime gocce di oli essenziali .

Nel caso poi la secchezza della pelle rischi di provocare piccole lesioni interviene in aiuto un rimedio che in molte occasioni (scottature e piccole ustioni, acne, punture di zanzare, afte) ha saputo mostrare le sue qualità cicatrizzanti, riepitelizzanti, antinfiammatorie e lenitive: l’aloe vera.

Con miele, olio d’oliva e l’aggiunta di un po’ di yogurt è possibile infine preparare una maschera nutriente e idratante molto efficace. Le stesse tre componenti restano inoltre molto valide anche per l’idratazione delle pelle attraverso una corretta e sana alimentazione.

Emanuela Mignone

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp