Storia della forma delle sopracciglia fino ai giorni nostri

Ci pensiamo mai a quanto la moda si sia evoluta nel tempo? Adattandosi costantemente e ai cambiamenti e ai gusti storici e culturali.

Quando si inizia un viaggio nella storia alla scoperta delle tendenze più in voga in un determinato periodo, bisogna cercare di non fermarsi solamente agli accostamenti di colori discutibili e ai tagli di capelli improponibili che spesso vediamo nelle vecchie foto. Bisogna considerare l’insieme nella sua completezza: In particolare, mi riferisco alle  nostre amate (e spesso odiate) sopracciglia.

Le sopracciglia sono un dettaglio fondamentale sul nostro viso, sono la cornice dei nostri occhi e ciò che ci aiuta a valorizzare lo sguardo. Puoi avere dei fantastici occhi color acquamarina o un perfetto taglio vagamente orientale, ma se Madre Natura ti ha creato con il monosopracciglio e non fai niente per aggiustarti, non c’è trucco o eyeliner che tenga. Il tuo sguardo è rovinato.

Basta averne cura regolarmente e trattarle come le nostre migliori amiche per essere ripagate e beneficiare di tutta la loro riconoscenza. L’unico difetto è che, ahimè, loro si ricordano tutto!  Quando inizi a riscoprire il tuo corpo, diciamo intorno ai 13/14 anni, e prendi a martoriarle spinzettando di qua e di là, creando archi asimmetrici e buchi che sono grossi quanto crateri lunari, non basterà semplicemente lasciarle ricrescere per cancellare ogni traccia dei tuoi misfatti. Eh no, loro continueranno ad esprimere il loro disappunto ricrescendo male, più sottili e storte, se ci va bene, altrimenti sciopereranno per anni lasciandoti così, con un vuoto imbarazzante e decisamente esagerato proprio sopra il naso. E con ciò, addio allo sguardo magnetico che tanto volevamo realizzare. A questo punto, quasi rimpiangiamo il nostro caro vecchio monociglio!

Sulla scia di queste riflessioni, oggi ho deciso di portarvi con me in un viaggio storico alla riscoperta della sopracciglia, troppe volte sottovalutate dalle belle donne dell’epoca.

Le sopracciglia femminili sono, storicamente, curve e un po’ malinconiche: vedi le attrici dei film muti degli anni ’20. Qualche accenno di cambiamento avviene negli anni ’30 e ’40 (ma sono gli anni di Jean Harlow e delle sue sopracciglia arcate tonde, fini e altissime).

Negli anni ’40 le sopracciglia si portano super depilate, sottili e arcate, come vediamo nelle foto. L’eleganza… adoro questo decennio!

Jean Harlow-sopracciglia anni 40

Jean Harlow-sopracciglia anni 40

Negli anni ‘50 le sopracciglia sono più folte, spesse e definite, decisamente più audaci, come testimoniano queste due intramontabili icone di stile: Liz Taylor e Audrey Hepburn.

 

 

L’uso della matita scura per riempire le sopracciglia è decisamente un must nel sesto decennio del 1900, come possiamo vedere dall’immagine della bella Anita Ekberg (a destra)  nella famosissima scena di “Marcello come here!” nella Fontana di Trevi.
Non potevo non menzionare, tuttavia, la nostra stella made in ItalyMina (a sinistra), che in quello stesso periodo esibiva uno stile tutto personale… e audace. Molto audace.

Entrando negli ultimi decenni del secolo, le sopracciglia tornano più naturali e morbide, sebbene rimangano sempre ordinate e piacevoli da guardare. A testimoniarlo sono due bionde dell’epoca: la Charlie’s Angel Farrah Fawcett e l’immensa Barbra Streisand . Anche perché, oserei dire, chi ci badava alle sopracciglia nascoste sotto quella massa di capelli voluminosi!

Gli anni ’80 portano all’esasperazione l’ideale di naturalezza del decennio precedente. Le pinzette sono state abbandonate sul fondo del cassetto a prendere la polvere. A quanto pare la moda dell’epoca voleva le sopracciglia quasi incolte, come potete vedere dalla giovanissima Madonna.
Che siano stati troppo presi a ballare la musica dance e a farsi la permanente ai capelli per depilarsi? Questo non mi è dato saperlo. Quello di cui però sono certa è che per me sono bocciate. Adoro i fantastici anni ’80 per molte cose, le sopracciglia di certo non rientrano nella lista. I’m sorry.

Madonna Anni 80

Madonna Anni 80

Finalmente le pinzette vengono ripescate dal cassetto, ripulite e riutilizzate. Nasce il mito delle famose sopracciglia ad ala di gabbiano, come vediamo da due dei volti più noti del decennio:  Drew Barrymore e JLo. Dite la verità, quante di voi si stanno ancora pentendo dell’avere abusato delle pinzette per raggiungere questo stesso risultato?

Cambia il millennio, ma non lo stile delle sopracciglia. L’ala di gabbiano continua a spopolare tra le donne di ogni età, compresa l’idolo di ogni teenager di quegli anni: Britney Spears.

Britney Spears  anni 2000

Britney Spears anni 2000

Arriviamo finalmente ai giorni nostri. Folte, piene, pulite e grandi: ecco come ci piacciono. E quindi via libera all’uso della matita e dell’ombretto per riempirle e per andare a colmare l’esagerata depilazione degli anni scorsi. C’è a chi piace osare di più in quanto a forma e drasticità, come la modella inglese Cara Delevingne, e chi invece si tiene più sul naturale, come Kim Kardashian.

OGGI REGNA SOVRANA LA BROW MANIA: A liberarci tutte dalla dittatura della pinzetta (di nuovo!) ci ha pensato l’ascesa alle passerelle e al successo Cara Delevingne. Sopracciglia spesse e un po’ “hairy” donano soprattutto a chi ha un volto dai tratti decisi e non troppo magro, regala un’aria giovane – se ci sono i presupposti –  casual. Ma se la ragazza ha dalla sua un’arcata senza “buchi”, alle altre non resta che di far ricorso a una matita (ne esiste una a nome della stessa Cara Delevingne, firmata da Charlotte Tilbury): il ritocco è comunque più semplice e meno irrimediabile dello strappo del pelo. Ma il rischio “effetto monociglio” è in agguato, occhio!

IL NUOVO TREND PER DI PIÙ SONO LE EXTENSIONS …Sì , capito bene , EXTENSIONS ALLE SOPRACCIGLIA!  Per chi sia fermamente deciso a seguire la moda (e abbia un viso abbastanza regolare!) l’ultimo trend si chiama “tapered brows”, un mix tra le “Cara-brow” e quelle ad ala di gabbiano: e cioè arcate folte ma affusolate e definite. L’aspetto è giovane ma più ordinato.  Chi mancasse del “fattore Cara” nel patrimonio genetico ma adorasse il suo sguardo, può provare le extensions. Lily Collins l’ha fatto. Applicate dall’estetista vengono poi accorciate a seconda del disegno che si desidera ottenere.

Le vip adesso non vogliono più sopracciglia arcuate e sottili, ma sopracciglia arcuate, definite e spesse. Ecco che allora nascono le tapered brows proprio per rispondere a queste esigenze : sopracciglia coniche, affusolate, folte, ma ben definite, in stile Kim Kardashian, praticamente.  Il trucco è quello di non sfoltire le arcate, ma di lasciarle belle piene. Bisogna però renderle più sottili verso la fine e alleggerirle un po’ nella parte centrale per dare loro un minimo di angolatura. Non ai livelli dell’ala di gabbiano, ma neanche totalmente piatte. Una volta definita la forma, si può regolarizzare il tutto usando un pettinino per ciglia e del mascara, in modo da renderle più uniformi.

È incredibile vedere come gli stili cambino e si evolvano, passando spesso da un eccesso all’altro, per poi ritornare indietro con qualche modifica in più. La moda non è altro che lo specchio dell’epoca in cui si vive ed andare a ritroso nel tempo per vedere quali erano le tendenze più in voga è sempre molto divertente.

Voi cosa ne pensate? Qual è la vostra epoca preferita in fatto di sopracciglia?

Emanuela Mignone